Piccola guida all'uso consapevole del 187
Data: Mercoledì, 24 ottobre 2007 @ 03:20:00 Am W. Europe Daylight Time
Argomento: Opinioni ed Attualità


Sul sito dell'H.A.N.C. è stato postato un messaggio con un link carino: ho seguito il collegamento ed ho letto un'allegra pagina in un blog; a primo impatto quello che c'è scritto è divertente, fa ridere, direi lollico, ma sotto sotto (almeno per quelli come me che hanno dovuto subire notevoli rogne sulla connessione adsl) fa riflettere.

Il post sull'H.A.N.C. riporta questo indirizzo di un blog sul customer care, dove appunto si legge una "piccola guida all'utilizzo consapevole del 187".

Indubbiamente è preziosa... Io a dir la verità (sarà per la mia curiosità e voglia di capire le cose) ho sempre fatto l'opposto di quello che la cara Pippi scrive: all'operatore, che teoricamente dovrebbe essere in grado di rispondere alle domande tecniche, domandavo chiarimenti sui possibili guasti e disservizi della mia linea, e questo ad ogni telefonata che purtroppo mi portava ad usare il *magico* servizio clienti 187.
L'"errorefatale3" è evidentemente il mio preferito... a questo punto, dopo aver letto questi preziosi consigli, dovrò far finta di non sapere niente di telecomunicazioni e di reti ed assumere la mentalità da perfetto ignorante. Effettivamente il fatto di porre domande tecniche, per assecondare la mia innata curiosità (e anche per tentare di capire perchè cavolo un servizio pagato profumatamente fa cilecca) non ha un grande vantaggio: ogni operatore/ice che ho beccato è rimasto/a a dir poco basito/a alle mie questioni, chiudendo il discorso con la simpaticissima frase "informeremo i tecnici".

Come giustamente ricorda Pippi, c'è un altro classico al 187: "faccio una segnalazione"; io ci aggiungerei anche "la richiameremo al più presto". Ma cavolo, sarò sbadato io, ma non mi hanno mai richiamato (noo, forse ero fuori e la segreteria telefonica non ha funzionato... ecco, dev'essere per forza cosi...). Capisco che gli operatori ne hanno le balle piene di tutti noi poveri utenti disperati che chiamano, ma saranno lì apposta per tentare di risolverci le rogne, no?

Se mai mi capiterà di richiamare il servizio di mamma Telecom (grattatina doverosa) farò tesoro dei consigli che ho letto, sarò estremamente disinteressato e ben disposto (ok, disinteressato non lo sono mai stato, ma ben disposto si). Se però non risolverò le cose neanche in questo modo mi toccherà inventarmi qualcos'altro. Mah... forse dovrei trasferirmi in Francia (magari mi potrei anche trovare una bella Nadia, e chi deve capire capisca ^^).

Non voglio insultare né la Telecom (che gentilmente mi fornisce l'agognata connettività) nè gli operatori del customer care, ma mi (anzi, *ci*) piacerebbe aver un servizio adatto a quanto paghiamo, visto che il naso mi dice che le tariffe resteranno quelle attuali, alla faccia del libero mercato e della concorrenza fra operatori di telefonia e fornitori di servizi di connessione.

Ed ora gente, commento libero!






Questo articolo proviene da .:: FaITh.net ::: Servizi Web e Risorse On-Line
http://www.faithsystems.net/

L'indirizzo URL per questa news è
http://www.faithsystems.net/modules.php?name=News&file=article&sid=55