Faith Networks esseri umani e macchine sono fatti di memoria: privi di essa perdono entrambi significato ed identità
    [ The Web? FaITh Systems & Services. Just connect! ]   


 :: Ciao!

Ciao

Buona sera, 54.145.83.79!


 :: Navigazione


 :: Contenuti


 :: Ricerca

Cerca

Inserisci il termine da ricercare nel sito


 


 :: Widgets


 :: Campagne

European Digital Rights

No al Trusted Computing!

No alla brevettabilità del software!



 :: News Odierne
Nessun articolo per oggi...


 :: Headlines


 :: Traffico
· 31.184.238.33
· 208.80.194.27
· 193.105.210.87
· 83.99.185.25
· 64.31.20.60
· 89.252.58.37
· 94.181.128.125
· 207.46.13.93
· 77.122.6.192
· 66.249.72.101

NukeSentinel™ 2.0.0 RC 6


 :: Visite Totali

Visite

Da Marzo 2005 il sito ha ricevuto 4002672 contatti.




 :: Nuke Sentinel

NukeSentinel

Questo sito è protetto da NukeSentinel™ 2.0.0 RC 6.

Finora sono stati bloccati 1235 tentativi di attacco.


Home Sweet Home
Si, casa mia... dove cerco di stare in pace per un paio di ore alla settimana...




Anch'io, come molte persone, parto di casa al mattino presto e ritorno la sera, giusto per ora di cena: posso essere morto di stanchezza, incazzato con tutti, rotto all'inverosimile, ma nel momento in cui attraverso il cancello con la macchina e mi avvicino al garage magicamente passa tutto. E non so spiegarmelo... semplicemente dimentico tutti i casini della giornata e mi ricarico.


Non c'è che dire, è la mia tana... nel senso letterale del termine. Ormai casa mia è stata lentamente plasmata a mia immagine e somiglianza: dall'arredamento minimal-etnico-misto (vi sfido a capire che stile sia) al fatto che quasi quasi ragiona da sola.
Anche se non sembra, per certe cose sono pigro e rincoglionito ai limiti della decenza, quindi ho deciso che meno avrei pensato a luci da accendere, piante da bagnare, acque di laghetti da cambiare meglio sarei vissuto. Ok, sono perito elettronico e da piccolo guardavo MacGyver (hm, no... lo guardo tutt'ora). Mettiamo in pratica quello che so, allora. Via, subito, di corsa... quando mi metto in testa una cosa vado avanti come un bulldozer.
Dal momento in cui nel mio cervellino sono passati questi pensieri, non ho avuto tregua: tutto è stato automatizzato, dalle luci segnapasso dal vialetto e degli ingressi all'irrigazione ed alla gestione dei pozzi. Senza disdegnare i sistemi di sicurezza, della serie che se si piantano le centraline sono cagato e non entro neanche in casa... o_o

Dicevo che casa ormai mi assomiglia in tutto e per tutto. Ordinata a livelli maniacali in certe zone ed incasinatissima in altre, accogliente e calda, minimalistica ma allo stesso tempo etnica, orientale e friulana. Insomma, complicatissima.
Si, si... so cosa state pensando: sto coso che si chiama Emanuele non sa neanche come sia fatta una nuvola, resta rinchiuso in quattro mura a marcire e basta! Ahah, no, non sono il classico nerdone pallido che vive al buio. Ok, non sono proprio abbronzato come Mario il bagnino, ma cazzo ho anche un giardino ed un cane, mica vègeto su una sedia o su un divano!
Ma... si, c'è un ma. Ho detto che non sono "un classico nerd", non che "non sono un nerd" (se l'essere nerd è una cosa di cui vantarsi). Dei fighi hanno inventato il WiFi e gli access point a 108M Super G ed altri pazzi (tipo quello che sta scrivendo ora) hanno pensato di coprire tutto il loro giardino (oltre che l'intera casa) con una rete wireless per potersene andare in giro a chattare col palmare anche a 200 metri di distanza dal punto di accesso, magari mentre stanno guardando i pescetti rossi nel loro laghetto. Eh! :D

E la mansarda... beh, il mio rifugio nel rifugio. Il 70% della mia vita casalinga si svolge lì, tra lavoro extra-lavoro (bella questa definizione), mille progetti in piedi e seghe mentali di alto livello. Già, centonovanta metri quadri di mansarda riservati ai cazzi miei, anche se effettivamente ho altri tre piani di casa a disposizione...
Nella tranquillità dell'altezza, ad un metro dal cielo, dove trovano spazio il mio ufficio ed il laboratorio di "smanettamento" (anzi di hacking, per usare i termini corretti) credo di aver sparato fuori dalla mia mente bacata la maggior parte delle cose buone che ho fatto fino ad ora, programmi e musica compresi.



L'UFFICIO

L'ufficio: il luogo dove accumulo cartacce e pile di documenti... Ma non è solo un'estensione del lavoro: non c'è niente di meglio che sedersi comodi sul divano, con i piedi sul tavolino, una buona birra ed una sigaretta, ad ascoltare il pc che spara musica a manetta ed a pensare ai fattacci tuoi. Si, ho anche un soggiorno come tutte le persone normali, ma preferisco rinchiudermi nella mia piccola area relax per dedicarmi ai miei torvi pensieri...
Ah già! La musica... Da audiofilo esigente ho la necessità fisica di ascoltare qualsiasi tipo di musica nel migliore dei modi. Questo spiega le sette (7!) casse acustiche che diffondono (egregiamente, e lo dico con un tocco di malcelato orgoglio) una delle espressioni artistiche più belle dell'uomo. Non è un impianto surround comprato già pronto. Hmm, troppo facile. Un bel giorno mi saltò in mente di farlo per conto mio, da zero.

Ormai quelli che mi conoscono bene non si stupiscono più della mia mentalità contorta, ma per gli altri che si sono (spero) un po' incuriositi aggiungo un paio di righe per spiegare questa pazzia, una delle tante, che mi ha fatto perdere (anzi, investire è il termine giusto) più o meno due settimane di tempo libero "after work". La workstation (quella che tra l'altro sto usando anche adesso per riempire di cose inutili questa pagina, LOL) monta una scheda madre con audio 5.1 integrato (Asus A7V266-EX con sound CMedia CMI8738 C3DX, neanche troppo recente): avendo recuperato l'impianto HiFi modulare di mio padre, (Emerson dei primi anni '80, con amplificatore Selene 6450L) decisi, parecchi anni fa, di realizzare un impianto di diffusione degno di questo nome, per godermi appieno tutte le emozioni musicali.
Senza entrare nei dettagli, il sistema è composto in questo modo: per l'audio frontale c'è una coppia di casse amplificate 240 W RMS 3 vie con equalizzatore 2 vie incorporato (Sunnyline MS-420S, settate per avere la gamma di frequenza più omogenea possibile); per l'audio laterale, invece, una coppia di casse 1 via Philips 50 W con amplificatore stereo 50+50 W RMS autocostruito (la linea in ingresso proviene da un collegamento parallelo con la linea per l'audio posteriore e l'equalizzazione è settata per avere prevalentemente alti e medi). Per l'audio posteriore c'è il pezzo forte: una coppia di casse autocostruite (12x20x10, 3 vie, 500 W, altoparlanti Ciare, chassis in truciolare doppio strato ed isolamento perimetrale in lana di vetro), linea rear dal pc in collegamento diretto con un ingresso aux dell'ampli Emerson (sul quale sono collegati anche radio, giradischi, impianto video e lettore CD) con equalizzazione 30% alti, 20% medi e 50% bassi.
Cacchio, meno male che non dovevo entrare nei dettagli, ahah. Mi sono fatto prendere dalla modalità "fonico"... :))

Vai alla Gallery



L'HACKLAB

Avevo accennato prima ad un altro angoletto dove mi diverto (a modo mio, si capisce) e dove tante volte ho fatto l'alba. Non è un laboratorio come la maggior parte delle persone normali lo immaginerebbe: più che altro è un magazzino con pezzi di computer buttati qua e là, cartoni pieni di roba recuperata (prevalentemente di telefonia e di reti dati), case, monitors... un casino insomma! E' in questa specie di ripostiglio che mi perdo a sistemare vecchi pc ormai da rottamare (già, mi piace anche il retrocomputing, lo ammetto) o a costruirne di nuovi. In molti mi hanno detto che con la roba che c'è in quella stanza portei aprire un negozio, o almeno partecipare come espositore alla prossima fiera dell'elettronica...

Ci sono due macchine collegate ad un nodo di rete della LAN casalinga: testlab.home.net (PII 266Mhz, 128Mb PC133, HD 60Gb), disastrato, che uso per fare prove su sistemi operativi, software, hardware e per recuperare i dati dagli hard disk che la gente mi porta, ed il mitico zenith.home.net (Z-Station ES della Zenith DataSystems, 486DX2, 8Mb SIMM FPM 72pin, HD 400Mb) dove ho installato un avanzo di Windows 95 usato da mio padre per andare in internet e giocare a solitario e campo minato ;) (prossimamente verrà riportato all'antico splendore con Linux).

Vai alla Gallery









Copyright © .:: FaITh.net ::: Servizi Web e Risorse On-Line Tutti i diritti riservati.

Pubblicato il 2005-05-01 (4179 letture)

[ Indietro ]

Autori attivi 1 - Argomenti attivi 6 - News pubblicate 74

Licenza Creative Commons No Spam! Glider! Powered by Apache Powered by MySQL Powered by PhP Php Nuke Based Feeder Rss2 Protetto da NukeSentinel Host Tracker Server Uptime


.: Informazioni Legali & Copyright :: Informazioni su questo portale e su FaITh :.

Emanuele Zerbin - ©FaITh.net Systems - Servizi e Risorse Web in Friuli
L'engine di questo portale è un copyright © PHP-Nuke - Francisco Burzi. Tutti i diritti riservati. PHP-Nuke è un Software Free rilasciato sotto licenza GNU/GPL. Versione Z 5.19.2 - Pagina generata in 0.22 secondi